Valencia, una città amichevole

VLC HOST > notizia > Valencia, una città amichevole

Una città bellissima. Generosa con i pedoni ed i ciclisti. Con una scala urbana che non ti schiaccia come le altre. Le strade ed i viali, i marciapiedi e l’altezza degli edifici ti fanno sentire comodo, tranquillo, senza sentirti oppresso. Una città dove muoversi a piedi. È la terza città spagnola, dopo Madrid e Barcellona con una popolazione vicino al milione di abitanti.

La prima cosa che mi colpì fu il parco che la attraversa praticamente da un estremo all’altro. Mi sorprendì ancora di più quando conobbi la storia delle sue origini e, di come i suoi abitanti dopo aver sofferto un’inondazione catastrofica e dopo che le sue autorità decisero di sviare il corso del fiume Turia per evitare altre inondazioni, discussero su cosa fare del canale secco. I valenciani parlarono: LO VOGLIAMO VERDE, ed eccolo lì, un esempio per gli ingegneri del mondo. Un bellissimo parco pieno di verde como lo volevano, attraversato da ponti antichi e nuovi, con grandi spazi per i bambini,per gli sportivi, per gli anziani in cerca di tranquillità, per gli innamorati…per gli alberi, per i fiori,per gli uccelli, per l’aria pulita.

Fondata dai romani nell’anno 138 A.C. su un’isola fluviale dal fiume Turia a 4 kilometri dal mare, occupata dai musulmani nel 711 D.C. e riconquistata dai Cristiani nel 1238, la città conserva innumerevoli monumento storici delle distinte epoche, infatti la Città Vecchia è un luogo da visitare più volte per la sua quantità di piazze, chiese, gallerie e musei, per non parlare di ristoranti e bar con terrazze che fanno venir voglia di rimanere lì tutto il giorno contemplando la belleza scenografica del posto.

Essendo una città perfetta per passeggiare, ha a disposizione un’estesa e varia rete di trasporti pubblici che includono tram, autobús, metro ed efficienti servizi privati di mobilità. È perfetto ed incredibile uscire dalla Città Vecchia e camminare per il parco fino alla spettacolare Città delle Arti e della Scienza, un modernissimo insieme di edifici, disegnati dai famosi architetti Santiago Calatrava e Felix Candela, una referenza urbanística e architettonica universalmente riconosciuta per la sua scala monumentale e la sua audacia. Un posto anch’esso da visitare più volte.